COSA FACCIO

SENATRICE ITALIA VIVA

Ho iniziato dalla gavetta. Sono stata eletta nelle amministrazioni prima e nelle istituzioni poi.

Oggi sono Senatrice, Segretaria della Commissione Bilancio del Senato della Repubblica e Segretaria della Commissione parlamentare di inchiesta sul femminicidio e su ogni forma di violenza di genere.

Incarichi che sento miei così come l’idea di una società paritaria, altamente competitiva e sostenibile.

L’idea di politica intesa come costruzione di futuro è da sempre stata una mia grande passione, per questo non mi sono mai tirata indietro ed ho accolto le sfide più grandi, prima quella di guidare un partito autonimista e territoriale trentino e poi le segreterie politiche nazionali quella di Scelta Civica e oggi quella di Italia Viva.

BATTAGLIE E RISULTATI

Ho una visione ma soprattutto tendo ad obiettivi. Per raggiungerli conduco le mie battaglie.

Prendo posizioni. Dico no. E’ concesso, è democratico. E contribuisco a far dire tanti Sì:

  1. Sì, alla Legge sulla doppia preferenza di genere per le elezioni nella Provincia autonoma di Trento L.P. 4/2018
  2. Sì, alla Legge Golfo Mosca per ulteriori 6 mandati e innalzamento dal 30 al 40% della presenza femminile nei Consigli di Amministrazione e Organi di controllo delle società quotate
  3. Sì, alla Legge per la parità nei Consigli degli ordini professionali
  4. Sì, al finanziamento dei Centri per il recupero degli uomini maltrattanti